Homepage

Il Parlamento Europeo invita gli Stati membri ad effettuare studi e predisporre relazioni sull’immagine delle donne e degli uomini nella pubblicità […]

Risoluzione del Parlamento Europeo

In primo piano

Noi siamo contro

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

In primo piano

Interfaculty Centre for Gender Studies Workshop

Studi e questioni di genere: lo stato della ricerca al San Raffaele

Iniziative

I talenti delle donne

Le donne ai vertici del settore Pubblico e delle Istituzioni

Chi siamo

Sei università milanesi unite per le culture di genere. Il 26 novembre 2013 è nato il primo centro interuniversitario per lo studio e la diffusione delle culture di genere, dotato di Statuto firmato dai sei Rettori, Consiglio Scientifico, Presidente e soci afferenti.

La sede si sposterà tra i sei Atenei con il mutare della nomina a Presidente (che ha la durata di tre anni). Per il triennio 2013-2016 è stata eletta Presidente la prof. Carmen Leccardi, ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Milano Bicocca, attuale sede del Centro. Oltre alla prof. Leccardi, sono state elette e nominate dai Rispettivi Rettori come membri del Consiglio Scientifico le prof. Marilisa D’Amico per l’Università degli Studi di Milano, Francesca De Vecchi per l’Università Vita e Salute San Raffaele, Maria T. Bettetini per l’Università di Lingue e Comunicazione IULM, Paola Dubini per l’Università Luigi Bocconi, Valeria Bucchetti per il Politecnico.

Come da Statuto, “il Centro si propone di dare impulso in modo permanente a studi, ricerche e azioni positive attinenti al tema delle culture di genere e contribuire così alla crescita e alla diffusione del rispetto per la dignità e le competenze delle donne” (art. 2, 1). In particolare si intende promuovere e coordinare programmi di ricerca sull’argomento, in collaborazione con altri istituti sia universitari che governativi e internazionali. I risultati del lavoro del Centro si renderanno concreti tramite l’offerta di supporti alla didattica, l’organizzazione di convegni, seminari e corsi, la promozione di iniziative editoriali. Le attività del Centro di Ricerca, in quanto tale, saranno soprattutto di genere storico-speculativo, sempre in ambito scientifico, senza ingerenza delle idee personali e politiche degli afferenti. La variegata provenienza scientifica dei soci del Consiglio Scientifico e degli afferenti è garanzia di transdisciplinarietà nell’approccio alle tematiche che riguardano la donna sotto tutti gli aspetti sociali e culturali.

I primi mesi di vita del Centro hanno visto la presentazione dello stesso in prestigiose sedi universitarie e culturali, l’impostazione di un progetto di ricerca europeo e diversi interventi dei singoli membri del Consiglio Scientifico in dibattiti e incontri.

Obiettivi

Il Centro di Ricerca Interuniversitario ‘Culture di Genere’ vede coinvolti sei Atenei milanesi (Università degli Studi di Milano – Bicocca, Università degli Studi di Milano, Politecnico di Milano, Università Commerciale Luigi Bocconi, Università IULM, Università Vita – Salute San Raffaele), assume nelle premesse del suo Statuto l’intenzione delle Università convenzionate di dare impulso, con gli strumenti di loro competenza, a studi, ricerche e azioni positive attinenti al tema delle culture di genere, nello spirito della Risoluzione europea 8 marzo 2011, della Direttiva europea 113 del 2004 e della Cedaw (Convenzione sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne) adottata dall’Onu e ratificata da 185 Stati.

News
Contatti